Strategia energetica 2050 come premessa necessaria per l’ulteriore sviluppo del fotovoltaico

22. gennaio 2016

Oggi l’Ufficio federale dell’energia (UFE) ha pubblicato le nuove schede informative sulla RIC e sulla Rimunerazione unica. Dalle nuove schede si deduce che il contingente RIC 2016 per il fotovoltaico, con 50 MW, corrisponde alla metà di quello dello scorso anno e dovrebbe venir liberato solo nel mese di luglio – premesso che il Consiglio federale aumenti il supplemento di rete al suo valore massimo di 1.5 ct./kWh. Da questa decisione dipende anche l’ammontare dei mezzi che saranno a disposizione per la Rimunerazione unica (RU) -  50 oppure 100 milioni di franchi. 

Nel caso migliore, dunque, nel 2016 verranno sovvenzionati circa 11‘000 impianti fotovoltaici, nel caso peggiore solo ca. 5‘000. In lista d’attesa per ricevere la RIC si trovano tuttavia oltre 35'000 progetti. Con la produzione da fotovoltaico potrebbe essere coperto almeno il 25% del fabbisogno elettrico svizzero, oppure si potrebbe rimpiazzare circa 2/3 di corrente nucleare. Per fare ciò, è però necessario un costante sovvenzionamento. Nell’ambito della Strategia energetica 2050 è previsto un innalzamento del supplemento di rete a 2.3 ct./kWh, che assicurerebbe l’ulteriore sviluppo dal 2018. Swissolar si appella al Parlamento, raccomandando di conferire al più presto luce verde alla Strategia energetica.