Consumo proprio

Attualmente gli impianti fotovoltaici vengono sostenuti finanziariamente unicamente dalla Rimunerazione unica (RU) che copre al massimo il 30% dei costi di investimento determinanti per la messa in funzione di impianti di riferimento. Ciononstante nella maggior parte dei casi l'installazione di un proprio impianto solare vale comunque la pena poiché la corrente prodotta sul proprio tetto è più economica di quella prelevata dalla rete pubblica. Bisogna tuttavia considerare che la corrente immessa in rete solitamente viene rimunerata ad una tariffa molto bassa (www.pvtarif.ch). Quindi più è elevato il grado di consumo proprio, maggiore è la redditività dell'impianto solare.

Da inizio 2018 sarà ancora più facile formare delle comunità di consumo proprio. Non solo case plurifamigliari, ma anche più terreni confinanti possono unirsi l'uno con l'altro e rappresentare un unico cliente nei confronti dell'azienda elettrica. La misurazione della corrente da parte dell'azienda elettrica nella comunità di consumo proprio è soppressa.

3 passi verso un elevato consumo proprio:

  • Corretto dimensionamento dell'impianto fotovoltaico: quota di consumo proprio del 20-30 %
  • Consumo di corrente adattato alla produzione, p. es. termopompa: quota di consumo proprio del 30-50%
  • Installazione di un accumulatore: quota di consumo proprio di oltre il 50%

 Maggiori informazioni